evviva la rosticciata

Nella declinazione brianzola: qui vitello e salsiccia, senza patate.

Il martedì del dopo Sant’Ambrogio, della prima vittoria del Milan del ringhioso Gattuso, della spiacevole rubentus deraglianda in quel di Wembley, tempio del calcio caduto ad ospitare ladroni sportivi cisalpini. Oh tempora, oh mores.

Ma nulla può infastidire il pranzetto di lavoro. Un improbabile risottino alla parmigiana ornato di ricotta, fantasia della cuoca assurta al demiurgico ruolo di canavacciuolana scolara.

Provaci ancora, francamente, abbiamo mangiato di meglio. Ma ora ecco la rosticciana. Le patate fritte possono solo accompagnare.

Al termine, caffè, cassa e giretto sul lago dove le trote intrattengono i pescatori in attesa si compia la loro causa finale (di ambedue le specie, in effetti).

Ad majora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...